T-Mobile. Ars Toscana. Clubhouse Secret Database, Microsoft e gli inviti delle bande nigeriane.

28 ago 2021 6 min lettura
T-Mobile. Ars Toscana. Clubhouse Secret Database, Microsoft e gli inviti delle bande nigeriane.

Bentornati, dopo una breve pausa estiva, ad una nuova puntata  la numero 33 - di Cronache Digitali, dove vi racconto cosa accade nel mondo del cybercrime, in modo semplice, per imparare a difendersi meglio.

Con questa puntata riparte anche il Podcast, che potete trovare qui!

Ricordo infine ai nuovi lettori che la rubrica Cronache Digitali è riservata agli iscritti: per diventare membro servono pochi click, nessuna password, la tua email e.... voglia di far parte della community! Ah, è tutto gratis! Qui ti spiego qual è il mio obiettivo, mentre cliccando qui puoi iscriverti direttamente!

Prima di cominciare, per chi se lo fosse perso, ricordo il post sulla "Truffa di Google Local" della quale sono stato (quasi) vittima e dove racconto nel dettaglio cos'è e come difendersi.

Agosto è - come da previsione - stato un mese pieno di azioni cyber-criminali, ecco quelle che vi racconto oggi (altre le trovate nel precedente numero di Cronache Digitali)

  • T-Mobile: nuovo (quarto) data breach, dalle proporzioni enormi.
  • Ars Toscana sotto attacco informatico.
  • ClubHouse Secret Database: esiste veramente? Cos'è?
  • Server di posta Microsoft ancora sotto attacco: attenzione!
  • Nuove tecniche di reclutamento di cybercriminali nigeriani.

T-Mobile: nuovo (quarto) data breach, dalle proporzioni enormi.

E' il quarto data breach che subisce T-Mobile in pochi anni: ne avevo già parlato in precedenza su Cronache Digitali.

T-Mobile è un operatore di telefonia mobile internazionale. Nato in Germania, è composto ora di varie società, tutte sotto il controllo di Deutsche Telekom, ed opera sia in Europa che negli Stati Uniti.

Questa volta è la filiale americana ad essere stata colpita. Due pero sono gli aspetti che meritano di essere sottolineati.

La dimensione dei dati rubati.

Sembra che siano stati impattati i dati di 50/100 milioni di clienti. Un numero enorme. E le informazioni sottratte sono molte e personali: data di nascita, numero della patente, numero della tessera sociale, numero di telefono (ovviamente), IMEI (il numero seriale del telefono) ed anche i PIN di sicurezza.

Leggi l'intera storia

Registrati ora per leggere la storia completa e ottenere l'accesso a tutti i post riservati ai membri.

Iscriviti, è gratis (e veloce!)
Hai già un account? Accedi
Fantastico! Successivamente, completa il checkout per l'accesso completo a Cronache Digitali.
Welcome! Accesso eseguito correttamente.
Ti sei abbonato con successo a Cronache Digitali.
Successo! Il tuo account è completamente attivo, grazie del contributo!
Operazione riuscita. Le tue informazioni di fatturazione sono state aggiornate.
La tua fatturazione non è stata aggiornata.