Come fare un backup.

30 apr 2021 3 min lettura
Come fare un backup.

Gli ultimi attacchi informatici hanno attirato l'attenzione (soprattutto delle vittime) verso soluzioni di backup efficaci ed efficienti.

In questo breve articolo vi racconto cos'è un backup, perché farlo e come farlo.

Cosa è un backup?

Una copia di un dato. Come la copia delle nostre chiavi di casa, o dell'automobile. Oggi, grazie alla continua digitalizzazione delle aziende, i dati sono la risorsa principale, da proteggere con cura.

Se ci pensiamo un attimo, la quantità di dati che un azienda gestisce è enorme e fondamentale per il business, solo per citarne alcuni:

  • Data base dei software gestionali e/o CRM
  • Documenti di progetti e dei clienti
  • Fatture, preventivi, offerte
  • e-mail
Facciamoci quindi una prima domanda: cosa accadrebbe se questi dati fossero erroneamente cancellati, distrutti o comunque non più disponibili?

Perché fare un backup?

Beh, la domanda è retorica... considerato quanto abbiamo appena visto, è necessario mettere in campo soluzioni di backup affidabili e performanti.

Come fare un backup?

Veniamo al punto della questione: ci sono moltissime soluzioni per creare una procedura di backup, che vanno valutate con i loro pro e contro. Il primo passaggio fondamentale è analizzare la situazione attuale e capire come viene sviluppato oggi il backup in azienda, studiandone i punti di forza ma soprattutto le debolezze.

Di seguito riporto alcuni punti chiave da tener presente quando si vuole migliorare (o implementare) il proprio servizio di backup in azienda.

La regola 3-2-1

E' stata implementata la regola del 3-2-1? Molto semplice, ovvero:

  • devono esserci 3 copie dei dati (una originale + 2 copie)
  • le due copie devono essere memorizzate su media fisici differenti (disco, NAS, nastro, etc)
  • una delle due copie deve essere fisicamente in un luogo esterno (e distante...) dall'azienda. In questo caso il Cloud è la soluzione migliore (ma lo vediamo dopo!)

Quante volte l'anno verifichi il ripristino di un backup?

Non è sufficiente fare un backup, ma è necessario testarlo continuamente.

Sei sicuro che i dati siano stato copiati correttamente? La risposta nella maggior parte dei casi la si può avere solo tramite software di backup professionali che permettono all'utente di verificare lo stato delle cose (come ad esempio la suite Veeam Backup & Replication).

Di quali informazioni hai bisogno di fare il backup?

Non necessariamente tutti i dati in azienda devono essere protetti da un backup.

Di questi scenari, quali richiedono un backup?

  • Postazioni di lavoro (PC) degli utenti ed il loro contenuto locale.
  • Server Virtuali: tutte le macchine virtuali sono necessarie alla continuità del business?
  • Archivi/Storage/File Server: i sistemi dove vengono depositate la maggior parte delle informazioni, hanno un backup (sempre in regola 3-2-1)?
  • E-mail: spesso "dimenticata", l'e-mail è fondamentale per il lavoro. Come gestisci il backup delle tue email? Usi Office 365? Bene! Ricordati che Microsoft non garantisce il backup delle e-mail se non all'interno delle proprie policy, che potrebbero non essere adatte a quelle dell'azienda.

Cosa fare in concreto quindi per migliorare il proprio backup?

In questa sezione vi propongo una delle soluzioni possibili. In particolare voglio porre l'attenzione verso quelle aziende che utilizzano già la suite di Veeam Backup & Replication o che hanno intenzione di adottarla.

Aggiungere una terza copia nel Cloud.

Il Cloud è la soluzione migliore, più affidabile ed economica per aggiungere una terza copia dei dati.

Nello specifico, lavorando come Business Partner Fastweb, il mio consiglio ricade nello scegliere FastCloud, ovvero la soluzione cloud che risiede nei data center Fastweb. I vantaggi sono concreti:

  • Data Center con massima certificazione di sicurezza (Tier 4), ridondati geograficamente.
  • Ubicazione esclusiva sul territorio italiano (conforme con i requisiti più stringenti del GDPR)
  • Direttamente collegati al backbone in fibra ottica di Fastweb

Inoltre, essendo Fastweb riconosciuto come Veeam Cloud Provider, questo permette al cliente - che già utilizza la suite Veeam - di attivare la terza copia in cloud in modo semplice e veloce, grazie alla soluzione Veeam CloudConnect.

Una soluzione di questo tipo è attivabile in modo semplice e veloce, non richiede investimenti, è scalabile in funzione delle esigenze del cliente.

Nel progetto può essere anche inclusa una valutazione in merito alla connessione internet o VPN/MPLS da implementare per migliorare le performance del servizio.

Partecipa alla conversazione

Fantastico! Successivamente, completa il checkout per l'accesso completo a Cronache Digitali.
Welcome! Accesso eseguito correttamente.
Ti sei abbonato con successo a Cronache Digitali.
Successo! Il tuo account è completamente attivo, grazie del contributo!
Operazione riuscita. Le tue informazioni di fatturazione sono state aggiornate.
La tua fatturazione non è stata aggiornata.