Perché l'analisi delle vulnerabilità è un fattore competitivo per le aziende.

In ambito informatico che i tempi siano cambiati lo sappiamo tutti, forse però non ne abbiamo la giusta consapevolezza. Oggi le aziende funzionano grazie ai loro sistemi IT: senza questi supporti tecnologici e informatici l’attività si blocca, con ingenti danni (soprattutto economici).  

Tutto questo ha portato però anche ad una evoluzione anche delle minacce, operate da criminali informatici. Ce lo insegnano gli esempi di tutti i giorni, ultimo l’attacco subito da Unicredit, dove sono state rubate più di 6000 password nello scorso mese di Dicembre. E’ fondamentale quindi - per tutte le aziende - grandi o piccole che siano, effettuare una adeguata analisi delle vulnerabilità.

Perché allora sono pochissime le realtà che oggi lo fanno? I motivi sono vari:

  1. Costi. Effettuare una analisi delle vulnerabilità IT richiede che il fornitore abbia competenze e infrastrutture adeguate e avanzate. Questi si traduce - spesso - in un costo che - soprattutto le realtà di piccole - non vogliono sostenere. Ma, come vedremo dopo, oggi questa equazione non è più valida: ci sono soluzioni alla portata di tutti i budget.
  2. Tempo. Per una analisi delle vulnerabilità - anche chiamata Analisi del Rischio Tecnologico - bisogna dedicare una parte del proprio tempo a questa attività. E, come sappiamo, oggi il tempo è una risorsa preziosa e finita.
  3. Consapevolezza. Molte volte mi sento ripetere da imprenditori e manager che nella loro azienda “è tutto a posto”. Non è così. Non può essere così. Le nuove minacce zero-day, l’utilizzo intensivo di dispositivi IP in azienda (basti pensare ad esempio alle telecamere di sorveglianza, a sistemi di allarme, impianti fotovoltaici, siti web, etc). Capire quali sono i punti deboli è un fattore fondamentale per avere adeguate misure di protezione, che salvaguardano il lavoro fatto e fanno risparmiare poi tempo e soldi.
E’ quindi fuori discussione che capire quali sono le vulnerabilità informatiche è il primo passo, fondamentale, per mettere in campo un adeguato piano di sicurezza che - a sua volta - permette all’azienda di non essere esposta ad inutili rischi che si traducono poi inevitabilmente in forti costi e blocchi dell’attività un volta che subisce un incidente informatico.

Cosa fare e come?

Oggi ci sono soluzioni innovative che permettono di realizzare una Analisi del Rischio Tecnologico e quindi analizzare le proprie vulnerabilità impiegando poco tempo con budget molto limitati.

Questo permette all’azienda di effettuare il primo passo: successivamente, formazione del personale e messa in sicurezza sono gli step che portano il proprio business al sicuro. Con il risultato di rendere la propria azienda più competitiva.

In questo articolo ti racconto come svolgere una analisi delle vulnerabilità semplice ed economica (clicca qui).

Mostra commenti

Rimaniamo in contatto

Poche email, ma buone ☺