Come salvarsi dalla giungla del GDPR

Il 25 Maggio 2018 si avvicina inesorabilmente. Il “rumore” attorno al GDPR si fa sempre più forte, aziende e professionisti sono alla ricerca della migliore soluzione: veloce, indolore e che costi poco, o niente.

Diciamo subito che già il fatto che se ne parli tanto è una cosa positiva. Se guardiamo il grafico delle ricerche su google in Italia della parola “GDPR”, capite quanto l’argomento sia “sulla tastiera” di tutti.

Il problema è che, con una domanda così alta, l’offerta si è adeguata di conseguenza, ed oggi è possibile trovare di tutto, ma veramente tutto. Si passa dalla consulenza iper-personalizzata svolta da un team di avvocati interdisciplinari, al software automatico che con pochi euro al mese ci “garantisce di essere a posto con tutto”.

La questione è molto semplice.

Il GDPR è una normativa articolata. Le aziende, grandi o piccole, sono sistemi complessi, una diversa dall’altra. Ecco perché non può esistere una soluzione unica per tutti.

Il questionario online, non può essere una soluzione. Può essere invece un inizio di un percorso.

Il cloud, non è la soluzione. Può essere parte di progetto o una opportunità da sfruttare. Parlando con alcuni clienti vedo che l’orientamento è quello di affidarsi o alle associazioni di categoria, che mettono (o metteranno?) a disposizione consulenti e/o esperti sul GDRP, oppure di lasciare la questione in mano al proprio fornitore IT.

Entrambe le strade sono corrette e vanno perseguite ma…. perché non ascoltare un secondo parere?

Quando si intraprende un nuovo progetto (la scelta di un nuovo strumento, un nuovo sistema aziendale, un software, un componente hardware, ecc) si cercano sempre almeno due soluzioni, per poterle confrontare. Perché non farlo per il GDPR? Forse perché si sottovaluta l’argomento?

E’ invece fondamentale cercare chi abbia le giuste competenze. Qualcuno che abbia esperienza in materia, che lavori da tempo nel mondo della sicurezza informatica, che possa fornire soluzioni* affidabili e certificate.

Tra tutti, io ho scelto Swascan, che – grazie all’infrastruttura Fastweb – può fornire una soluzione personalizzata e sicura. Le persone che ci lavorano, che ho conosciuto, hanno competenze specifiche. I partner tecnologici, CISCO per prima, sono di prim’ordine. Un mix perfetto. Per saperne di più puoi contattarmi

Altrimenti seleziona tu stesso un ulteriore fornitore: verifica che la sua storia e le sue competenze siano coerenti con quanto ti deve offrire e valuta una soluzione alternativa.

Mostra commenti

Rimaniamo in contatto

Poche email, ma buone ☺